Giardini Naxos

Fu la prima colonia greca che i Calcidesi e i Naxii, fondarono nel 734 a.C. attirati da questo splendido promontorio formatosi in seguito ad una colata lavica.

Distrutta dai Siracusani, i suoi esuli si rifugiano nelle vicinanze fondando la magnifica Taormina. Ma Giardini Naxos, con il tempo, riprende la vita nel territorio e, da modesto villaggio di pescatori, si trasforma in una delle località turistiche oggi più ambite in tutto il territorio siciliano.

Le sue origini e la sua storia si rivivono attraverso il patrimonio artistico e archeologico che la città offre ed esibisce con orgoglio.

Cosa vedere a Giardini Naxos

Spiaggia di Giaridni Naxos

Emblema della sua grecità è la scultura in bronzo del Sileno, mitico figlio di una ninfa e del dio Pan.

Sul lungomare si può ammirare invece La statua dell’uomo e il mare che vuole esaltare la figura del marinaio, con la sua audacia e forza, a simboleggiare le sue tradizioni marinare.

Museo e Parco Archeologico

Il Museo raccoglie reperti e materiali relativi a tutte le fasi storiche che si sono susseguite nell’antica città, dalla preistoria fino a tutto il V secolo a.C.

Annesso al Museo, il Parco Archeologico ospita i resti delle antiche mura di pietra lavica e resti di edifici sacri.

copyright © 2008-2020 Le Case del Principe - Partita IVA: 02584030833 - Cookies policy - Partners